I Voucher formativi

Ho preso spunto dal blog di Fabio Zoboli http://fightstyle.myblog.it – post del 06/12/2007 FondiImpresa

Altra possibilità per le imprese di finanziare la formazione è rappresentata dai VOUCHER AZIENDALI http://www.formazione.individuale.it/aziende05/voucher.htm

Indipendentemente dalla volonta dell’azienda il lavoratore può accedere ai VOUCHER INDIVIDUALI http://www.formazione.individuale.it/lav/voucher.htm 

Il voucher formativo è un “buono” che permette ai lavoratori occupati di disporre di un finanziamento pubblico per accedere ai corsi finanziabili, proposti nel catalogo on line della formazione individuale continua.

L’efficacia della formazione

Prendendo spunto dal blog di Paola Cunico http://panzola.myblog.it/ – post del 04/12/2007 “come si struttura un corso di formazione in aula oppure a distanza EFFICACE” vorrei approfondire il concetto di EFFICACIA

La valutazione dell’efficacia della formazione sia se realizzata in aula oppure a distanza deve procedere parallelamente ed essere di supporto al processo formativo.

Essa si sostanzia in un’attività di ricerca e individuazione dei cambiamenti avvenuti nelle competenze e nelle performance dei partecipanti a seguito dell’intervento formativo, in modo da garantire coerenza tra i piani di formazione e piani strategici e rispondenza tra obiettivi e prestazioni.

Tra gli strumenti di valutazione che ho potuto approfondire durante il corso di “Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane” è stato il modello di Kirkpatrick

Questo modello riconosce la complessità dell’attività di monitoraggio e propone quattro livelli di misurazione:

– Gradimento: consiste nel misurare la soddisfazione che il programma formativo ha generato nei partecipanti – MODALITA’: somministrazione di un questionario con domande chiuse ed aperte, volto a raccogliere informazioni sia quantitative sia qualitative.

– Apprendimento: misurare l’apprendimento significa valutare quali conoscenze e capacità sono state apprese – MODALITA’ somministrazione di test pre e post formazione, contenenti domande identiche o equivalenti, al fine di misurare il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento

– Trasferimento sul lavoro: valutare il “trasferimento sul lavoro” significa determinare quali cambiamenti nel comportamento lavorativo sono derivati dalla formazione, ovvero misurare l’effettivo utilizzo nel contesto lavorativo della conoscenza, delle capacità e degli atteggiamenti che sono stati acquisiti durante le attività formative – MODALITA di misurazione: “assessment” prima dell’intervento e 3-6 mesi dopo il corso di formazione

– Risultati di business: si intende l’impatto sull’organizzazione in termini di riduzione dei costi, miglioramento dell’efficienza, incremento della produzione, riduzione dei tassi di turnover, miglioramento del clima aziendale